Lettera del lunedì – 6 maggio

A tutti i nostri allievi/e,

alle loro famiglie

e ai docenti e formatori

Torino, 5 maggio 2019

Buongiorno carissimi ragazzi, giovani, genitori, docenti, formatori ed educatori.

Maggio. Ultimo mese di scuola. Al solo pensiero vengono i brividi: di gioia, pensando alle vacanze; di tremore, perché ogni giorno e ogni verifica hanno il gusto del definitivo.

Negli ambienti salesiani il mese di maggio è un mese bellissimo. Lo viviamo insieme a Maria con il rosario quotidiano e il 24 maggio con la processione di Maria Ausiliatrice. Ed è un mese coronato da alcuni santi speciali per la Famiglia Salesiana: lunedì 6 maggio celebriamo Domenico Savio, cresciuto alla scuola di don Bosco e diventato modello mondiale di santità giovanile; lunedì 13 celebriamo Madre Mazzarello, confondatrice con don Bosco delle Figlie di Maria Ausiliatrice, le suore salesiane (le abbiamo vicine a noi, al Virginia Agnelli).

Dopo aver sentito la predica di don Bosco sulla facilità di farsi santi e sulla necessità di iniziare subito, Domenico Savio non perse tempo e subito si presentò al padre e maestro dei giovani chiedendo come fare. Cito la risposta originale di don Bosco, prendendola dal libro da lui scritto sulla vita del giovane santo piemontese: «Io lodai il proposito, ma lo esortai a non inquietarsi, perché nelle commozioni dell’animo non si conosce la voce del Signore; che anzi io voleva per prima cosa una costante e moderata allegria, e consigliandolo ad essere perseverante nell’adempimento de’ suoi doveri di pietà e di studio, gli raccomandai che non mancasse di prendere sempre parte alla ricreazione coi suoi compagni».

Mi sorprende la concretezza e la semplicità della risposta di don Bosco. Innanzi tutto nel portarlo alla calma, alla serenità. E poi nel chiedergli ciò che era alla sua portata e che allo stesso tempo lo avrebbe aiutato a crescere e maturare come giovane e come giovane cristiano.

Per prima cosa lo ha invitato ad una costante e moderata allegria, perché diventare santi non vuol dire diventare tristi, musoni e malinconici: Dio vuole la nostra felicità e la nostra gioia.

In secondo luogo ad essere perseverante nell’adempimento de’ suoi doveri di pietà e di studio: è l’impegno quotidiano nella preghiera (una volta erano dette pratiche di pietà) e nello studio. Tutto alla portata di tutti. È l’ordinario che diventa straordinario e ci fa diventare straordinari.

E conclude con una raccomandazione sorprendente: prendere sempre parte alla ricreazione coi suoi compagni. C’è il tempo per lo studio, per la preghiera, ma ci deve anche essere il tempo per il gioco e per stare in compagnia con gli amici. Come si addice a un ragazzo, ad un giovane.

Vuoi diventare santo con don Bosco? Questa la sua formula: allegria, studio e preghiera.

Don Claudio Belfiore

Direttore

Gli appuntamenti della settimana:

  • Lunedì 06/05 ore 8.00 – 8.55 Salone delle Feste: ora di confronto sulla vita di CHIARA Luce – BIENNIO.
  • Martedì 07/05 Prove INVALSI classi 2 ITT e Liceo
    • 8.00/8.55 Aula Magna/Salone delle Feste: ora di confronto per il TRIENNIO ore 14.30 – 16.00
    • Aula del biennio: classi V Lic A/B – corso di ripasso di chimica per la preparazione ai test di accesso alle facoltà biomediche.
  • Mercoledì 08/05 Prove INVALSI classi 2 ITT e Liceo
    • ore 14.45/16.30 Chiusura del corso di Cittadinanza e Costituzione – prof. TESTORE
    • ore 14.30 – 16.00 Aula del biennio: classi V Lic A/B – corso di ripasso di chimica per la preparazione ai test di accesso alle facoltà biomediche.
  • Giovedì 09/05 Prove INVALSI classi 2 ITT e Liceo ore 8.00 – 12.00 AVIS: possibilità di poter donare il sangue, per i soli maggiorenni
    • ore 8.55 – 9.50 Incontro orientativo dell’azienda CLN con gli studenti di V mec
    • ore 14.45 – 16.15 V liceo A/B corso di preparazione alla seconda prova dell’Esame di Stato
  • Venerdì 10/05 Ravenna e Mirabilandia per le classi II ore 8.00-13.40 Mattinata della MATEMATICA
  • Sabato 11/05 Ravenna e Mirabilandia per le classi II

Don Claudio Belfiore

Direttore

Recent Posts