Libri del mese – aprile 2018

By
 In iti, liceo

Copertina ESERCIZI DI MEMORIA

Recensione del libro “Esercizi di memoria

Prof.ssa Maura Giannattasio

All’ età di novant’anni, Camilleri si ripresenta ai suoi lettori con questa raccolta di racconti che detta ad Isabella Dessalvi perché ormai cieco.

Si definisce un impiegato della scrittura. Forse con qualche vizio, perché mentre scrivo fumo, molto, e bevo birra. Non e’ mai stato terrorizzato dalla pagina bianca e così combatte il buio.

Scrive episodi del suo passato con un viaggio a ritroso nella memoria: da Pirandello all’ incontro con Eduardo, alla collaborazione con Antonioni, inserendo momenti della sua gioventù e quotidianità fino alla creazione della bellezza attraverso l’arte che lui ha sempre amato.

Durante le sue ferie agostane sul Monte Amiata decide di scrivere 23 storie pensate in 23 giorni che raccontano non solo la sua vita ma anche quella del nostro paese.

Non ci sono ne’ malinconia ne’ rimpianto e ha voluto introdurre nel libro cinque illustrazioni inedite perché quando è stufo del buio si diverte a ricordare l’ immagine dei quadri che ha amato di più.

“Esercizi di memoria” sono un gioco di leggerezza, un intrecciarsi aereo di suoni e parole.

Copertina LA CITTA' DELLE BESTIE

Recensione del libro “La città delle bestie”

Martina Percassi  –  1 liceo A

Il protagonista di questo libro è Alex, un quindicenne californiano che conduce una vita normale: è un ragazzo come tanti, va a scuola, suona il flauto e ama scalare le montagne. Un giorno sua madre si ammala gravemente e la sua famiglia deve riorganizzarsi: Alex viene affidato alla nonna paterna, Kate, intraprendente e famosa giornalista. Siccome Kate è stata incaricata dalla rivista International Geographic di partire per una spedizione nella foresta amazzonica alla ricerca di una pericolosa bestia di dimensioni enormi, Alex è costretto ad andare con lei: si ritrova così coinvolto in un avventuroso viaggio in una terra del tutto sconosciuta, insidiosa, ma anche rigogliosa e bellissima. La spedizione, alla quale partecipano diversi personaggi, tutti parecchio eccentrici, è guidata dal brasiliano César, accompagnato dalla figlia tredicenne, Nadia: si tratta di una ragazza particolare, che non solo è cresciuta nella foresta, ma sa comunicare con gli animali, gli sciamani e con gli indios, i misteriosi abitanti della zona. Tra Alex e Nadia nasce una profonda amicizia, ma la loro spensieratezza viene ben presto insidiata dal verificarsi di eventi sempre più inquietanti e inspiegabili. Dai due ragazzi dipenderà l’esito della vicenda: dovranno affrontare parecchie difficoltà per riuscire a risolvere il mistero che si cela dietro la spedizione: chi è la Bestia? Gli indios sono davvero una popolazione aggressiva e selvaggia? Chi è realmente in pericolo? Per scoprire la verità dovranno crescere, affidarsi al loro istinto, acquisire fiducia in se stessi, imparare a guardare il mondo con occhi differenti, scoprire la loro forza interiore.
La lettura di questo romanzo mi ha affascinato molto, perché la trama è ricca di suspence e colpi di scena, ma al contempo l’autrice sudamericana invita il lettore a riflettere su alcuni temi importanti: l’adolescenza, l’amicizia, il superamento delle paure, il rapporto tra l’uomo e la natura minacciata, il mancato rispetto e il pregiudizio nei confronti di chi è diverso. Penso che questa storia possa essere uno stimolo per tutti quei giovani che fanno fatica ad apprezzarsi e ad aprirsi agli altri: non bisogna avere paura della realtà, ma trovare il coraggio di affrontarla, anche – e soprattutto – quando ci fa paura.

Recent Posts