Lettera del lunedì – 19 febbraio

By
 In iti, liceo

CONTROCORRENTE

Una volta un anziano professore della Scuola Nazionale per la Pubblica Amministrazione venne contattato per tenere una lezione di formazione sulla “pianificazione efficace del tempo” ad un gruppo di una quindicina di dirigenti di importanti aziende americane. Il corso faceva parte di una delle cinque sessioni della loro giornata di formazione, e il professore aveva a disposizione solamente un’ora “per fare lezione”. In piedi, davanti a questo (gruppo d’élite pronto a prendere appunti su tutto ciò che l’esperto stava per insegnare), l’anziano professore li guardò ad uno ad uno, lentamente, e poi disse: “Adesso faremo un esperimento”.

Da sotto al tavolo che lo separava dagli allievi, il vecchio tirò fuori un grande recipiente di vetro da più di 4 litri, e lo posò delicatamente davanti a lui. Poi tirò fuori una dozzina di ciottoli grandi all’incirca come delle palle da tennis ed uno ad uno li mise delicatamente dentro il vaso. Quando questo fu riempito fino al bordo e fu impossibile aggiungere anche un solo sasso, alzò lentamente gli occhi verso i suoi allievi e domandò:  “Questo vaso è pieno?”  Sorridendo, tutti risposero “Sì”.

Attese qualche secondo e aggiunse: “Davvero?” Allora si chinò di nuovo e tirò fuori da sotto al tavolo un secondo contenitore, questa volta pieno di ghiaia. Con attenzione versò questa ghiaia sui grossi sassi e poi scosse leggermente il vaso. I pezzettini di ghiaia si infiltrarono tra i sassi … fino al fondo del recipiente. L’anziano professore alzò nuovamente lo sguardo verso il suo uditorio:  “Questo vaso è pieno?”

Questa volta i suoi brillanti allievi  cominciarono a comprendere il suo armeggiare. Uno di essi rispose: “Probabilmente no!”  “Bene” rispose l’anziano professore. Si piegò di nuovo e questa volta tirò fuori da sotto al tavolo un secchio di sabbia. Con delicatezza versò la sabbia nel vaso. La sabbia arrivò a riempire gli spazi tra i grossi ciottoli e la ghiaia. Ancora una volta domandò:  “Questo vaso è pieno?”

Questa volta, senza esitare ed in coro i suoi allievi risposero: “No”. “Bene!” soggiunse il vecchio professore. E, come ormai si aspettavano i suoi prestigiosi allievi prese la brocca

dell’acqua che stava sul tavolo e riempi il vaso fino al bordo. L’anziano professore alzò allora gli occhi verso il gruppo e domandò: “Quale grande verità ci dimostra questo esperimento?”

Il più furbo, il più audace dei suoi allievi rispose: “Dimostra che anche quando si crede che la nostra agenda sia completamente piena, ci si possono  aggiungere altri appuntamenti altre cose da fare”.

“No”, rispose il vecchio professore “Non è questo. La grande verità che quest’esperimento ci dimostra è la seguente: se non si mettono per primi i sassi più grossi all’interno del vaso, non ci si potrà mettere tutto il resto in seguito”.

Ci fu un profondo silenzio, mentre ciascuno prendeva coscienza dell’evidenza di questa affermazione. L’anziano disse allora:  “Quali sono i sassi più grossi nella vostra vita? La vostra salute? La vostra famiglia? I vostri amici e le vostre amiche? Realizzare i vostri sogni? Fare  ciò che vi piace? Imparare? Difendere una causa? Essere rilassati? Darsi il tempo? O cose del tutto diverse?

Quello che dobbiamo ricordarci è l’importanza di mettere per primi nella propria vita i sassi più grossi, altrimenti si rischia di non riuscire a fare … la propria vita. Se si dà priorità alle  minuzie (la ghiaia, la sabbia) ci si riempirà la vita di inezie e non si avrà a sufficienza del tempo prezioso da consacrare alle cose importanti. Allora non dimenticate di porvi la domanda: “Quali sono i sassi più grossi nella mia vita” E poi metteteli per primi nel vostro vaso.”

Con un cenno amichevole della mano l’anziano professore salutò il suo uditorio e lentamente uscì dall’aula.

Buona settimana a tutti.

Il vostro Direttore, Don Gianfranco Ferrari

 

Vi segnalo gli appuntamenti di questa settimana:

  • La settimana dal 19 al 23 febbraio è quella “dell’orientamento universitario”, quindi gli studenti di V ITI e liceo potranno partecipare (sperando con criterio): è un’attività seria e ben fatta, per cui vale la pena di permettere loro di partecipare.

Data la particolarità dell’evento, in tali giorni le giustifiche di ingresso/uscita fuori orario saranno firmate dal docente dell’ora.

  • Martedì 20 febbraio alcuni studenti di IV e di V Liceo parteciperanno alle Olimpiadi di Fisica;
  • Mercoledì 21 febbraio alcuni studenti del V anno sosterranno la prova di ammissione ad Ingegneria. Rientreranno in istituto per le ore 11 – 11.30;
  • Giovedì 22 febbraio quattro studenti parteciperanno alla gara provinciale delle Olimpiadi di Matematica presso il Politecnico di Torino
  • Lunedì 19 Febbraio         

ore 8.00 – 8.15 Aula Magna: momento di formazione del Biennio

ore 8.00 – 13.40  classi III ITI: mattinata di formazione al Cottolengo

ore 12.00 – 13.40 classi III Liceo: CLIL

  • Martedì 20 Febbraio

ore 8.00 – 8.15 Aula Magna: momento di formazione del Triennio

  • Mercoledì 21 Febbraio

ore 8.00 – 14.00 Classi IV ITI: mattinata di formazione presso il centro del S. Luigi

      ore 12.00 – 13.40 classi V Liceo: CLIL

  • Giovedì 22 Febbraio

ore 8.00 – 14.00 Classi IV Liceo: mattinata di formazione presso il centro del S. Luigi

ore 14.30 – 17.30 ASL: la V ITI mec in visita ai laboratori di CLN per prove di Fatica

ore 15.00 – 16.45 ASL: le IV-III ITI presentazione progetti per percorso estivo presso CNH             ind.

  • Venerdì 23 Febbraio

ore 14.30 Gara HYPPO per le classi quarte e quinte

ore 12.00 – 13.40       BIENNIO ITI e Liceo: incontro con l’autore – Perissinotto – presso l’Aula Magna don Bosco

  • Sabato 24 Febbraio

ore 8.00 – 14.00 Prova di Italiano in preparazione all’ESAME DI STATO:  classi IV liceo

Torino, 18 febbraio 2018

Recent Posts